Pubblicazioni

Nella nostra sezione Approfondimenti, puoi accedere alle nostre pubblicazioni gratuite, alla nostra newsletter periodica e alle notizie sui prezzi di trasferimento e sulla nostra azienda.

Il Country-by-Country Report

Novedades en materia de precios de transferencia
  1. Introduzione: Il Country-by-Country Report

Il Country-by-Country Report (CbCr) o Rendicontazione Dati Nazionali Paese per Paese è un documento che i gruppi multinazionali che presentano un fatturato consolidato superiore a 750 milioni di euro sono obbligati a fornire in sede di dichiarazione annuale dei redditi.

Tale documento deve essere presentato dalla controllante capogruppo, residente nel territorio dello Stato, di un gruppo di imprese multinazionali i cui ricavi complessivi risultanti dal bilancio consolidato sono, in relazione a ciascun periodo d’imposta precedente quello cui si riferisce l’obbligo di rendicontazione, non inferiori a 750 milioni di euro o a un importo in valuta locale approssimativamente equivalente a 750 milioni di euro.   

  1. Sviluppo del Country-by-Country Report

Il Country-by-Country Report deriva dal lavoro sviluppato a livello internazionale nell’ambito del Base Erosion and Profit Shifting Project (BEPS) promosso nel 2013 dai leader del G20 e dall’OCSE.

In particolare, il contenuto della Rendicontazione Dati Nazionali Paese per Paese, le modalità di inclusione dell’obbligo di fornire tali informazioni nelle legislazioni fiscali nazionali e i meccanismi internazionali per lo scambio delle informazioni tra le amministrazioni fiscali dei diversi Paesi, sono stati definiti nel rapporto BEPS Action 13 (Transfer Pricing Documentation and Country-by-Country Reporting) del 2015.                                   

  1. Finalità delle Rendicontazioni Dati Nazionali Paese per Paese

Le Rendicontazioni Dati Nazionali Paese per Paese sono un elemento essenziale per le amministrazioni fiscali al fine di ottenere dati di qualità sulla tassazione dei grandi gruppi multinazionali, per misurare gli effetti fiscali ed economici dell’elusione fiscale, per identificare situazioni di rischio di elusione fiscale dei prezzi di trasferimento nelle transazioni tra società collegate e per pianificare l’esecuzione di verifiche fiscali in merito a questioni di fiscalità internazionale.

Alla data del presente post, più di 100 Paesi hanno implementato l’obbligo di fornire il Country-by-Country Report nella loro legislazione nazionale e sono stati stabiliti più di 3.000 rapporti bilaterali per lo scambio automatico di informazioni paese per paese tra le amministrazioni fiscali.

  1. Presentazione del Country-by-Country Report

L’obbligo di presentare il Country-by-Country Report si applica ai gruppi multinazionali con un fatturato consolidato pari o superiore a 750 milioni di euro nei 12 mesi precedenti il periodo a cui si riferisce l’obbligo di comunicazione.

Le autorità fiscali degli altri Paesi in cui opera il gruppo multinazionale possono accedere ai dati informativi paese per paese del gruppo multinazionale attraverso le procedure di scambio di informazioni fiscali previste dai trattati internazionali quali la convenzione multilaterale sull’assistenza amministrativa in materia fiscale, le convenzioni bilaterali contro la doppia imposizione e accordi sullo scambio di informazioni fiscali.

In generale, l’obbligo di redigere la Rendicontazione Dati Nazionale Paese per Paese spetta alla società capogruppo che deve fornirla alle autorità fiscali del proprio Paese di residenza.

Tuttavia, una partecipata o una controllata di un gruppo multinazionale può essere tenuta a presentare il Country-by-Country Report direttamente all’amministrazione fiscale del proprio Paese di residenza nei seguenti casi: a) sono state designate dalla loro entità madre a presentare la rendicontazione; b) nel Paese di residenza della società madre o dell’entità dichiarante non sussiste alcun obbligo di comunicazione; c) non esiste un accordo di scambio automatico di informazioni con il Paese di residenza dell’entità controllante o dichiarante; d) laddove esista un accordo di scambio automatico di informazioni con il Paese di residenza dell’entità dichiarante, ma vi sia stata una sistematica inosservanza dello stesso.

I Country-by-Country Report devono essere presentati entro 12 mesi dalla data di chiusura dell’esercizio finanziario dell’entità madre.

Oltre all’obbligo dell’entità madre o delle entità dichiaranti, le altre entità dipendenti del gruppo multinazionale devono informare le rispettive amministrazioni fiscali che fanno parte di tale gruppo multinazionale, identificando l’entità che effettua la Rendicontazione Dati Nazionali Paese per Paese e il Paese in cui vengono presentate le informazioni.

  1. La Rendicontazione Dati Nazionali Paese per Paese nell’ordinamento italiano

In Italia, l’obbligo di presentazione del Country-by-Country Report è stato introdotto dalla L. 28 Dicembre 2015, n.208 e, a differenza delle documentazioni sui Prezzi di Trasferimento (i.e., Documentazione Nazionale e Masterfile) la cui predisposizione rientra nell’adempimento spontaneo al fine di beneficiare del regime premiale della penalty protection, la redazione del Country-by-Country Report è obbligatoria.

Con Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 23 Febbraio 2017 sono stati stabiliti modalità, termini, elementi e condizioni per la trasmissione annuale della rendicontazione.

Nel dettaglio, la trasmissione della rendicontazione è regolata dal Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 28 novembre 2017 che declina taluni aspetti applicativi della disciplina, e successivamente aggiornata dal Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 27 ottobre 2020 in cui sono state recepite le modifiche introdotte allo schema internazionale di trasmissione XML Country-by-Country Report adottato dall’OCSE nel giugno 2019. Il Provvedimento introduce altresì ulteriori regole per migliorare la qualità dei dati trasmessi all’Agenzia delle Entrate, specificando che il nuovo schema XML si applica a tutte le comunicazioni effettuate dalle entità tenute alla Rendicontazione Dati Nazionali Paese per Paese a decorrere dal 1° gennaio 2021.

Articoli correlati

This site is registered on wpml.org as a development site.